PROPRIOCEZIONE: COS’È E PERCHÈ È IMPORTANTE PER IL NOSTRO CORPO

copertina

Cos’è la propriocezione e perchè è importante per il nostro corpo

La propriocezione è definita come la capacità di percepire e riconoscere la posizione del corpo e degli arti nello spazio, indipendentemente dalla vista, sia durante il mantenimento di posture statiche che durante il movimento.

Essa è dunque un complesso meccanismo neurofisiologico che assume un ruolo fondamentale nel controllo del movimento e della stazione eretta.

propriocezione

Tale meccanismo è reso possibile dalla presenza di specifici recettori, detti propriocettori, sensibili alle variazioni delle posture del corpo e dei segmenti corporei, che inviano i propri segnali a particolari aree del cervello. I propriocettori si distinguono in fusi neuromuscolari (situati nei muscoli, avvertono le variazioni di lunghezza muscolare), apparati tendinei del Golgi (situati a livello dei tendini, registrano le variazioni dei tensione muscolo-tendinea), recettori capsulari (presenti nelle capsule articolari e nei legamenti, sono sensibili alle variazioni di lunghezza e tensione di queste strutture) e recettori cutanei (presenti a livello cutaneo, sensibili a stimoli pressori e tattili e alle vibrazioni).

Insieme ad altre aree del corpo specializzate (apparato vestibolare, cervelletto ecc.), la propriocezione contribuisce a garantire l’equilibrio, la stabilità, la coordinazione e la corretta esecuzione dei movimenti. L’efficacia di ogni gesto che compiamo, da quello più semplice nella vita di tutti i giorni, a quello più complesso (ad esempio un gesto sportivo) è garantita da questi sofisticati meccanismi neurofisiologici.

 

propriocezione

 

Questo importante meccanismo funziona in modo corretto in condizioni di normalità del nostro corpo. Dal momento in cui un soggetto subisce un trauma (come ad esempio una distorsione di caviglia), anche il sistema propriocettivo si altera. Essendo il trauma un evento che esce dagli schemi fisiologici delle articolazioni, le sensazioni che verranno avvertite e le risposte motorie che verranno prodotte saranno diverse da quelle che si avvertono in situazione di normalità; questo avviene perchè i recettori traumatizzati cominciano ad inviare informazioni alterate che a loro volta producono risposte alterate. Basti pensare a una persona che si procura una distorsione di caviglia: non essendo più in grado di appoggiare correttamente il piede traumatizzato, inizierà a  zoppicare durante il cammino.

propriocezione

 

Soltanto attraverso un’adeguato intervento fisioterapico e riabilitativo è possibile ripristinare il normale meccanismo di propriocezione. Inoltre, affinchè un percorso riabilitativo, compiuto in seguito ad un trauma (distorsione alla caviglia, intervento chirurgico al ginocchio ecc.), possa definirsi completo ed efficace è indispensabile, oltre recupero della mobilità articolare e al rinforzo muscolare, un’adeguata rieducazione propriocettiva.

Essa infatti serve a ridare al soggetto la capacità di avvertire come le proprie articolazioni, rese instabili dal trauma, una volte sottoposte a determinati stimoli statici e dinamici, siano in grado di riacquisire la loro corretta capacità funzionale.

 

propriocezione

 

Affinchè l’allenamento propriocettivo possa essere effettuato in modo corretto ed efficace, occorre aver recuperato una buona mobilità articolare e un buon tono muscolare. Tale allenamento deve essere condotto attraverso l’esecuzione di esercizi di lunga durata che producano stimoli continui e ripetuti (questo perchè si va ad agire su strutture neuro-motorie che hanno bisogno di numerosi stimoli per lungo tempo), di difficoltà progressiva (ad occhi aperti e ad occhi chiusi, in condizioni di maggiore e minore equilibrio) e con l’utilizzo di attrezzi specifici (tavolette e superfici instabili per l’arto inferiore, oggetti di diversa forma, dimensione e peso per l’arto superiore).

Infine è necessario specificare che l’allenamento e la stimolazione propriocettiva è di fondamentale importanza anche per la prevenzione di infortuni per tutti i soggetti che praticano attività sportive, poiché garantisce un miglior controllo dell’attività muscolare, una maggiore stabilità articolare, una maggiore resistenza ai microtraumi, un maggior senso dell’equilibrio e un controllo assoluto del gesto tecnico.

Per rimanere aggiornati su tutte le novità del Network Fisiokinè vi invitiamo a seguire la nostra pagina Facebook